Dal DASPO di piazza al DASPO urbano, venerdì 27 maggio

  • maggio 20, 2016 9:36 pm

Venerdì 27 maggio, s.a. Newroz [via garibaldi, Pisa]

Ore 18.00: “Dal DASPO di piazza al DASPO urbano; misure preventive e restrizioni delle libertà”.

Dalle 21.00: Concerto contro i Daspo di piazza, con: Defenders of the Universe, The Higgins, Gipsy Mafia.

Negli ultimi mesi si sta sperimentando a Pisa un nuovo provvedimento, denominato Daspo di piazza, tramite il quale la Questura può utilizzare la diffida dallo stadio anche in seguito a manifestazioni e avvenimenti del tutto slegati dallo sport.
Si tratta di fatto dell’estensione alle lotte sociali, grazie a una legge del 2014, di una misura di controllo già ampiamente testata negli stadi; una misura preventiva di facile applicazione perché, trattandosi di un provvedimento amministrativo, può essere imposta dal Questore in base a una semplice denuncia senza necessità di fornire alcuna prova o di ottenere la convalida da un giudice. Spetta a chi la subisce, piuttosto, affrontare un costoso ricorso legale dall’esito incerto per ottenerne l’annullamento.

Matteo lo scemo e Marco lo struzzo; alcune reazioni al corteo di ieri

  • aprile 30, 2016 9:41 pm

A poche ore dalla straordinaria manifestazione di ieri, durante la quale migliaia di persone hanno resistito alle cariche della polizia, si susseguono le prese di posizione.

Fra i primi a prender parola a riguardo, durante il collegamento video per l’Internet Day, proprio il grande assente Matteo Renzi. Il premier non si smentisce e, da buon equilibrista della politica, come si suol dire, “fa lo scemo per non andare in guerra”. Infatti dichiara di non capire le motivazioni del corteo, perché internet è di tutti e non ha colore politico… Ovviamente il caro premier sa che la manifestazione non era contro l’Internet Day ma contro le sue infami politiche, però pensa così di poter sorvolare sul dato politico delle migliaia di persone che sono scese in piazza a contestarlo (nonostante la sua assenza).

Renzi non si presenta a Pisa; migliaia in corteo resistono alle cariche della polizia

  • aprile 30, 2016 9:39 pm

Oltre duemila persone hanno sfidato i divieti e hanno cercato di raggiungere l’ingresso del CNR, scontrandosi a più riprese con le forze dell’ordine. Fermati e poi rilasciati due ragazzi.

E alla fine è arrivato il giorno della protesta. Ieri, 29 aprile, si teneva a Pisa l’Internet Day, la passerella scelta dal sindaco Filippeschi per ospitare nella sua città il premier e provare a risollevare la propria immagine e il consenso del partito, utilizzando la ricetta renziana: telecamere, flash di fotografi, tweet, bugie riguardo uno presunta ripresa economica, umorismo scadente, populismo becero.

Ma l’ospite si era fatto immediatamente troppo ingombrante; soltanto una breve news nei giorni scorsi aveva annunciato la presenza di Renzi a Pisa, ma tanto era bastato per innescare un moto di indignazione nelle migliaia di persone che quotidianamente subiscono gli effetti delle sue vergognose politiche. Ed in poco tempo si erano susseguiti gli appelli per una manifestazione di contestazione. “Non accetteremo alcuna zona rossa, porteremo le nostre ragioni fin dentro al CNR” le intenzioni dichiarate nell’assemblea e nella conferenza stampa con cui era stato annunciato il corteo.

Festa della Resistenza – sabato 23 aprile

  • aprile 13, 2016 10:20 am

Associazione La Rossa Lari e Spazio Antagonista Newroz presentano:

FESTA DELLA RESISTENZA
Sabato 23 aprile dalle ore 17.00 presso lo Spazio Antagonista Newroz, via garibladi 72, Pisa

Alle 19.00: Apericena e presentazione del libro “IO CHE CONOSCO IL TUO CUORE” con l’autore Adelmo Cervi e Associazione La Rossa di Lari.

Alle 22.00 concerto con: RedSka e Cervelli Stanki


ADELMO CERVI è figlio di Verina Castagnetti e Aldo, terzogenito dei sette fratelli Cervi fucilati dai fascisti al poligono di tiro di Reggio Emilia il 28 dicembre del 1943. Adelmo aveva appena compiuto quattro mesi.

http://www.edizpiemme.it/libri/io-che-conosco-il-tuo-cuore


I RED SKA sono una band combat ska-punk nata nel 2001 nei pressi di Forlì-Cesena, da sempre coerente e fedele alle proprie radici antirazziste e antifasciste.

[Red Ska – Bastardi senza gloria: https://www.youtube.com/watch?v=AB_jENp8bHQ ]


I CERVELLI STANKI sono una delle più vecchie e famose street band italiane, provenenti da Savona e nati nel 1993, per poi riunirsi nel 2001.

[Cervelli Stanki – Figli della classe operaia: https://www.youtube.com/watch?v=8YUmp8ZLPYs ]

[Ingresso al concerto: 5 euro]

Presentazione di “All’assalto. Le radici del rap italiano” e concerto

  • marzo 29, 2016 12:24 am

Sabato 9 aprile presso lo spazio antagonista Newroz (in via garibaldi, Pisa) si terrà un evento organizzato dal Collettivo Autonomo Studenti Pisani, organizzato per sostenere le spese legali di alcuni ragazzi denunciati durante un corteo studentesco.

La serata comincerà alle 18.00 con la presentazione e la proiezione del film-documentario “All’assalto” che ricostruisce i primi anni del rap italiano e delle posse. Dalle 22.00 invece è previsto il concerto di Red Faida, Menti Criminali e CUBA Cabbal.

Evento facebook

Presentazione Pe.Pa “con le donne del mondo dalla dignità ribelle”

  • marzo 15, 2016 12:21 am

Sabato 19 marzo allo Spazio Antagonista Newroz verrà presentata l’associazione culturale in memoria di Anonella Ara, scomparsa quest’estate, sempre attiva nelle lotte contro la guerra, la globalizzazione e per la dignità . In sua memoria ogni anno l’associazione si propone di sostenere un progetto: quest’anno la raccolta fondi sarà destinata alle donne di Kobane.

Di seguito riportiamo il comunicato dell’associazione ed il programma della serata.

“Pe.Pa. – Antonella Ara con le donne del mondo dalla dignità ribelle”

In una notte della scorsa estate la nostra amica, sorella, compagna Passerella ci ha lasciati.

Sabato 5 marzo, musica e socialità contro il Daspo di piazza

  • marzo 3, 2016 10:55 am

festa nddp stampaSabato 5 marzo, in un luogo ancora da decidere nella città di Pisa, si terrà una festa per continuare a sensibilizzare la cittadinanza sui gravi rischi per le libertà individuali dovuti all’utilizzo del nuovo provvedimento Daspo di piazza. Sarà anche l’occasione per raccogliere contributi per i ricorsi legali che i sei diffidati si troveranno ad affrontare nei prossimi mesi.

SABATO 5 MARZO, DA QUALCHE PARTE A PISA

Musica e socialità contro il Daspo di piazza

Electro – Breakbeat – Drum’n’bass con: Umberto Staila, Space Vandals, DjWarf, Ska Rpa

Solidarietà da Pisa alla lotta per la casa di Padova

  • febbraio 20, 2016 10:54 am
Nei giorni scorsi un’assurda accusa di associazione a delinquere ha colpito alcuni attivisti di Padova impegnati nella lotta per la casa e contro gli sfratti. Pubblichiamo di seguito il comunicato di solidarietà del Progetto Prendocasa e delle famiglie in emergenza abitativa di Pisa.
_______
Nei giorni scorsi a Padova ad 11 persone, appartenenti al comitato di lotta per la casa, sono state notificate misure cautelari di vario tipo, dagli arresti domiciliari a obblighi di firma e divieti di dimora. L’assurdo reato contestato è “associazione a delinquere”, per aver partecipato a decine di picchetti anti-sfratto e aver difeso il diritto di tante famiglie ad avere un tetto sopra la testa. Questi arresti sono evidentemente la vendetta degli speculatori cittadini e dei loro sgherri, preoccupati nel vedere che sempre più persone non si rassegnano alla miseria e ai ricatti, ma invece si organizzano per difendere i propri diritti.

D.A.Spo di piazza: pericolosità sociale e giuridica del suo utilizzo

  • febbraio 4, 2016 10:56 am
A pochi giorni dalla nascita del comitato No Daspo di Piazza riportiamo un intervento che approfondisce il profilo giuridico delle misure al centro delle polemiche.
Gennaio 2016: a due mesi dalla vicenda del corteo-antilega a Pisa il 14 novembre 2015 (leggere qui per una versione dettagliata dei fatti), 6 partecipanti al suddetto corteo hanno ricevuto notifica di D.A.Spo emessa nei loro confronti da parte della questura pisana. Non noto ai più, e di difficile qualificazione/collocazione normativa, il D.a.Spo preventivo altro non è che un divieto di partecipazione a manifestazioni sportive, disposto nei confronti di soggetti di cui viene rilevata la cosiddetta “pericolosità sociale.” Sembrerebbe chiaro a chiunque che notificare un D.a.Spo a seguito di una manifestazione che nulla ha a che vedere con lo Sport sia legalmente alquanto debole e piuttosto artificioso, ma un’analisi più profonda della disciplina mette in risalto come l’intero assetto legislativo dei D.a.Spo (e delle misure di prevenzione in genere) favorisca un uso di questi ultimi ampiamente arbitrario. Qual è quindi il senso profondo di un provvedimento simile in simili circostanze? Dobbiamo prima aver chiara, a scanso di equivoci, la natura “ibrida” del Divieto, alla luce della disciplina attuale in Italia (ultimo intervento sulla legge originaria del 1989: decreto legge convertito in legge, 2014).