Archives for giugno, 2018

Il male minore

  • giugno 30, 2018 10:03 pm

Il nuovo sindaco di Pisa è leghista. Michele Conti batte il candidato del Partito Democratico Andrea Serfogli col 52% di voti. Quasi duemila preferenze sono lo scarto tra i due candidati sindaci.
E’ una vittoria storica quella del carroccio nella città di Pisa, ma in parte annunciata, vista soprattutto la tendenza emersa dalle urne a marzo per le politiche. Sconfitta devastante per il Pd che tracolla in moltissime città, tra cui Massa e Siena. Il “modello toscano” collassa su se stesso, mentre i leghisti annunciano il prossimo obiettivo, vincere, appunto, anche in Regione.
La vittoria leghista segue il passo del recente (esattamente due anni fa) insediamento a Cascina della Ceccardi che, insieme al neo-deputato Ziello, ha spinto con forza il nuovo sindaco Conti, nella pratica sostenendo la campagna elettorale al suo posto.

Il male minore

  • giugno 30, 2018 10:01 pm

Il nuovo sindaco di Pisa è leghista. Michele Conti batte il candidato del Partito Democratico Andrea Serfogli col 52% di voti. Quasi duemila preferenze sono lo scarto tra i due candidati sindaci.
E’ una vittoria storica quella del carroccio nella città di Pisa, ma in parte annunciata, vista soprattutto la tendenza emersa dalle urne a marzo per le politiche. Sconfitta devastante per il Pd che tracolla in moltissime città, tra cui Massa e Siena. Il “modello toscano” collassa su se stesso, mentre i leghisti annunciano il prossimo obiettivo, vincere, appunto, anche in Regione.
La vittoria leghista segue il passo del recente (esattamente due anni fa) insediamento a Cascina della Ceccardi che, insieme al neo-deputato Ziello, ha spinto con forza il nuovo sindaco Conti, nella pratica sostenendo la campagna elettorale al suo posto.

Abbuffate elettorali

  • giugno 19, 2018 9:59 pm

All’interno della campagna elettorale permanente che sta ammorbando la nostra città ormai da mesi, torna a far capolino Salvini, invitato speciale alla cena di ConfCommercio che si terrà venerdì sera, proprio a due giorni dal ballottaggio.

Il leader della Lega tornerà quindi nella nostra città, per la prima volta nella sua nuova veste di Ministro degli Interni, fresco delle polemiche sul caso Aquarius e sulle indecenti parole indirizzate alla famiglia di Giulio Regeni, solo per dirne un paio.

La risposta sbagliata a una domanda giusta

  • giugno 11, 2018 9:58 pm

Il risultato del primo turno è quello che molti avevano previsto; si andrà al ballottaggio tra il candidato sindaco del PD, l’ex assessore Serfogli, e Conti, il candidato della destra.

La Lega è il vincitore evidente di questo primo turno. Primo partito, superando il PD di qualche voto e in testa anche come coalizione, segna un risultato storico nella nostra città. Se guardiamo alle amministrative di cinque anni fa, in cui Filippeschi fu riconfermato al primo turno staccando nettamente tutti gli altri, risulta evidente il tracollo del partito di governance, con un’emorragia di centinaia di voti. Tuttavia lo sguardo deve andare necessariamente anche alle elezioni politiche di pochi mesi fa, rispetto alle quali il PD ha recuperato consenso e punti percentuali; una campagna elettorale basata quasi unicamente sullo spauracchio della destra al governo della città (leitmotiv che probabilmente caratterizzerà anche la strada verso il ballottaggio).

Casp Fest, 15 giugno

  • giugno 9, 2018 9:22 pm

Il Casp Fest, festival organizzato dal Collettivo Autonomo Studenti Pisani, torna più forte che mai, per il terzo anno consecutivo, una giornata piena di eventi all’insegna della musica e della socialità.

Questo il programma dell’evento che si terrà venerdì 15 giugno, a partire dalle 16.00, presso il Newroz, via Garibaldi 72

Democrazia di quartiere

  • giugno 5, 2018 9:57 pm

Praticamente un plebiscito. Con 144 voti favorevoli su 149 il referendum del 3 giugno ha sancito la totale aderenza del progetto del comitato agli umori e i bisogni dell’intera comuintà degli abitanti delle case popolari del quartiere. Ma, più in generale, segna un punto di non ritorno nella lotta che da anni un pugno di persone relegate in una periferia abbandonata da tutti, conducono contro un’idea di città basata sull’esclusione e la speculazione.

Le periferie al centro

Le periferie sono da un po’ di tempo tornate al centro del discorso politico e giornalistico; narrate come luoghi dell’abbandono istituzionale, possibili serbatoi di tensioni sociali, da più parti viene dichiarata la necessità gestirle o migliorarle.